13. Milano moderna

Durata: 2 ore

Nel secondo dopoguerra viene elaborato a Milano un nuovo piano regolatore, in grado di ridefinire le destinazioni d’uso delle zone colpite dai devastanti bombardamenti del 1943. Uno dei temi portanti affrontati durante la ricostruzione fu la pianificazione dei quartieri, tema centrale dell’ottava Triennale del 1947 (da cui scaturì il quartiere QT8); nuovi edifici furono realizzati anche nel centro storico, non necessariamente legati alla funzione di residenza.
L’itinerario propone dunque l’analisi degli edifici più rappresentativi della ricostruzione, a cominciare dalla Chase Manhattan Bank e dalla celebre Torre Velasca, entrambi progettati dallo studio BBPR, per proseguire con le abitazioni di Figini e Pollini, gli uffici di Asnago e Vender, gli interventi di Moretti in corso Italia, i palazzi progettati da Zanuso, fino al modernissimo grattacielo Pirelli, uno dei più noti capolavori di Gio Ponti.

Copyright©2018 - Associazione Guidarte - Privacy